Un cinema o forse piĆ¹.

DICEMBRE

19 20 21 22 23 24 25 26 27 28
Seguici su Instagram Seguici su Facebook

ALTRE VISIONI 2018/19

ALTRE VISIONI 2018/19

Seconda edizione della rassegna ALTRE VISIONI, sei appuntamenti al cinema per quattro mesi dedicati ad artisti estroversi, anticonvenzionali, affermati e contestati. Film che tracciano traiettorie in luoghi incontaminati, ideali. Per imparare a vedere altro.

Il programma in dettaglio:

Martedì 27 novembre, ore 21
FAME + STELLA MARIS (Prima Visione)

FAME di Giacomo Abbruzzese, Angelo Milano. Documentario. Italia, Francia 2017. Durata 57'.
Dal 2008 al 2012 Grottaglie, piccolo paese della Puglia, è diventato uno dei maggiori centri internazionale per la street art. Artisti del calibro di Blu, Momo, Conor Harrington, EricailCane, Escif e Vhils e tanti altri, hanno “invaso” il paese con le loro opere, spesso provocatorie, ridisegnandone la geografia.
STELLA MARIS di Giacomo Abbruzzese. Cortometraggio. Italia 2018. Durata: 27'.
Un piccolo villaggio sulle sponde del Mediterraneo. Una festa. Tutti gli abitanti sulla spiaggia in attesa dell’arrivo dal mare di una Madonna illuminata: la Stella Maris.

Evento nato dalla collaborazione tra Fondazione Brescia Musei - Nuovo Eden e l'Associazione CARME, accompagna la mostra LEVALET  - LIBRE ÉCHANGE in esposizione a partire dal 31 ottobre presso lo spazio C.AR.M.E di via Battaglie 61 a Brescia.

 

Mercoledì 19 dicembre, ore 21
BOOM FOR REAL – L’ADOLESCENZA DI JEAN-MICHEL BASQUIAT (Prima Visione)

di Sara Driver. Documentario. Usa, 2017. 78’
Una finestra sulla vita on the road di Jean Michel Basquiat e sulla città di New York nel periodo che va dal 1978 al 1981. Una riflessione su come l’ambiente, la scena artistica, le sue frequentazioni e i movimenti culturali abbiano plasmato la sua visione artistica del mondo. Un ricco collage di immagini e filmati d’archivio inediti e musica che rivela come il giovane artista americano abbia assorbito tutto quello che lo circondava, tramutando lo spazio pubblico con il suo stile unico. Con Jean Michel Basquiat, Jim Jarmusch, Alexis Adler, Al Diaz, Fred Brathwaite aka Fab 5 Freddy, Lee Quiñones, Felice Rosser, Jennifer Jazz, Luc Sante, Carlo McCormick, Glenn O’Brien, Michael Holman, James Nares, Coleen Fitzgibbon, Kenny Scharf, Sur Rodney (Sur), Patricia Field, Mary-Ann Monforton, Diego Cortez, Bud Kliment.
Film in versione originale sottotitolato in italiano.

Mercoledì 9 gennaio ore 21
L’ARTE VIVA DI JULIAN SCHNABEL

di Pappi Corsicato. Con Laurie Anderson, Hector Babenco, Jean Michel Basquiat. Biografico. Usa, Italia 2017. 84’.
La storia personale e la carriera pubblica del celebre artista e regista Julian Schnabel. Dagli esordi della vita professionale nella New York City di fine anni Settanta all'ascesa negli anni Ottanta fino al raggiungimento dello status di superstar nel panorama artistico di Manhattan.
Film in versione originale sottotitolato in italiano.

Mercoledì 23 gennaio, ore 21
OSSESSIONE VEZZOLI (Prima Visione)

di Alessandra Galletta. Documentario. Italia 2016. 75’.
Cantore della cultura pop, sperimentatore di materiali, talento incontrastato dell’arte contemporanea, Francesco Vezzoli è uno degli artisti italiani più affermati a livello internazionale. Il film racconta in presa diretta due anni (dal 2013 al 2015) della sua carriera, documentando i retroscena dei diversi progetti espositivi presentati presso i musei e le manifestazioni d’arte contemporanea più prestigiosi al mondo, dal Museo MAXXI di Roma al MOCA di Los Angeles, dalla Biennale Architettura di Venezia al Pitti di Firenze, dal Doha Qatar Museum of Modern Art al MoMA PS1 di New York, fino all'Aurora Museum di Shanghai.


Mercoledì 6 febbraio ore 21
I RACCONTI DELL’ORSO (Prima Visione)

di Samuele Sestieri, Olmo Amato. Drammatico. Italia 2015. 67’.
In un mondo abbandonato dagli uomini, un monaco meccanico insegue uno strano omino rosso. Dopo aver attraversato boschi, città morte e lande desolate, i due buffi personaggi raggiungono la cima di una collina magica. Il ritrovamento di un vecchio peluche d'orso ormai malandato li farà riconciliare. Uniranno così le forze, nella speranza di poter dare vita al giocattolo inanimato e sfuggire al vuoto che li circonda. I due viandanti de I racconti dell’orso si disperdono in un passo che avanza senza avanzare, come se attendessero anche loro Godot, come Vladimiro ed Estragone di beckettiana memoria; ne viene fuori un viaggio misterico, ingenuo e privo di senso. Come tutti i viaggi, forse.

Mercoledì 20 febbraio ore 21
ALMOST NOTHING. CERN: LA SCOPERTA DEL FUTURO

di Anna de Manincor, Zimmer Frei. Documentario. Spagna 2018. 74’.
Se vi siete mai chiesti dove siano state concepite alcune fra le innovazioni tecnologiche più importanti per l’uomo, la risposta è servita: in una caffetteria. In particolare, nella caffetteria del CERN, l’Organizzazione europea per la ricerca nucleare. Sul confine tra la Francia e la Svizzera, il CERN non è solo il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle, ma una vera e propria cittadella, dove menti brillanti da tutto il mondo si confrontano ogni giorno per cambiare, letteralmente, le sorti dell’umanità. Dagli aneddoti sulle scoperte più audaci - come una cosetta che si chiama Internet - alla formazione della prima girl-band famosa in rete (Les Horribles Cernettes, ça va sans dire), Almost Nothing osserva con passione e ironia una comunità scientifica al lavoro.


BIGLIETTO UNICO: 5 euro