Un cinema o forse più.

SETTEMBRE

21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
Seguici su Twitter Seguici su Facebook

Martedì 19 Settembre

MADDALENA E LE ALTRE

di Franco Bertan

MADDALENA E LE ALTRE

Un film di
Franco Bertan

Con
Caterina Belotti, Francesca Belotti, Maria Antonietta Belotti, Matteo Bertuetti,Giada Frisoni, Margherita Maniscalco, Cesare Moscara, Elena Alberti Nulli.

Genere
Drammatico

Durata
68'

Gio Ven Sab Dom Lun Mar Mer
20.30

MADDALENA E LE ALTRE

Il film accompagna la conferenza dal titolo: "Una finestra sulla femminilità", alla quale parteciperanno la Vicesindaco Laura Castelletti, Elisabetta Pettinio dell'ufficio IRC, la docente universitaria Elisabetta Selmi, la ballerina e coreografa Sisina Augusta, l'attrice Giada Frisoni e la cantautrice Elisa Baratti.

La storia si svolge su due piani paralleli, in due tempi storici diversi: uno è quello dei monologhi interiori di alcune  donne del Vangelo  ( Maddalena, Veronica, Maria sorella di Marta, la Samaritana, Salomè), l’altro quello del dialogo concreto e quotidiano di donne contemporanee che condividono e affrontano i problemi di questo  tempo.  In entrambe le situazioni il maschile è evocato, interpellato e fortemente presente proprio per la sua assenza, per il vuoto che lascia. Le  donne del Vangelo  narrano  l’incontro con  un maschile  perfetto e realizzato, in grado di incidere in profondità e capace di cambiare la loro interiorità e la loro vita; rimane  pur sempre però un maschile  che rivela  una distanza e una differenza. Proprio questa distanza, il vuoto che lascia  è il movente che le sollecita  le donne  ad entrare nel profondo di sé stesse, è l’interrogativo  che sollecita la  comprensione,  la conoscenza e  permette l’accoglienza dell’altro proprio perché “altro da sé “. Le donne contemporanee  invece, si incontrano e si vengono incontro,si  sostengono a vicenda   e condividono esperienze concrete, riflessioni e desideri propri. Le loro parole  accennano, i loro pensieri  sfiorano  l’importanza  assunta da  un incontro  significativo con il maschile , ma  nelle loro vite questa necessità resta quasi inconscia, celata dalle faccende quotidiane  e dal valore di altri incontri determinanti: l’amicizia femminile, le idealità, le passioni personali che aiutano a  rendere la vita meno faticosa. I due diversi piani si intersecano  nell’arco di un’ unica  giornata, metafora della vita. L’inizio e la fine sono caratterizzati da monologhi interiori poetici che sono la soglia oltre la quale il tempo diviene un attimo  eterno, annullandosi.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.