Un cinema o forse più.

DICEMBRE

18 19 20 21 22 23 24 25 26 27
Seguici su Instagram Seguici su Facebook

da Martedì 25 Dicembre a Venerdì 28 Dicembre

A STAR IS BORN

di Bradley Cooper

A STAR IS BORN

Un film di
Bradley Cooper

Con
Bradley Cooper, Lady GaGa, Sam Elliott, Andrew Dice Clay, Anthony Ramos, Bonnie Somerville

Genere
Drammatico, Musicale

Durata
135'

Mar Mer Gio Ven Sab Dom Lun
18.00 - 21.00 16.00 - 18.30 - 21.15 n.p. 17.00 - 21.00* (v.o. sott.)

A STAR IS BORN

Diretto e interpretato da Bradley Cooper (alla sua prima esperienza da regista) insieme a Lady Gaga (nel suo primo ruolo da protagonista in un film), è la quarta versione cinematografica di questa storia d'amore in musica, dopo la prima datata 1937 e i due remake (nel 1954 con Judy Garland e nel 1976 con Barbra Streisand) In questa nuova rivisitazione, Cooper interpreta Jackson Maine, musicista di successo che si sta però avviando sul viale del tramonto che scopre, e si innamora, della squattrinata artista Ally. Lei ha da poco chiuso in un cassetto il suo sogno di diventare una grande cantante, fino a quando Jack la convince a tornare sul palcoscenico. Ma mentre la carriera di Ally inizia a spiccare il volo, il lato privato della loro relazione sta perdendo colpi a causa della battaglia che Jack conduce contro i suoi demoni interiori.
Alcune delle scene del film sono state girate in occasione del Coachella 2017, celebre festival musicale californiano, dove Lady Gaga era la headliner, prima volta di una donna in 10 anni. I partecipanti hanno pagato 10 dollari in più per poter partecipare alle riprese del film. Ovviamente, tutti gli smartphone e altri apparecchi di registrazione sono stati sequestrati temporaneamente al pubblico per evitare riprese non autorizzate. A Star is Born è stato presentato in anteprima mondiale al Festival di Venezia 2018, dove i due protagonisti hanno ricevuto una standing ovation di oltre 8 minuti da parte del pubblico.

"...E poi, soprattutto, c’è lei: Lady Gaga. Magari non a suo agio con le dinamiche drammaturgiche che un personaggio complesso come il suo richiede (ma la Straisand lo era?) e decisamente goffa nel modo in cui tenta di calarsi in un ruolo che – forse, ma solo forse – non le appartiene completamente. Capace però di ribaltare tutto nel momento in cui si dà alla performance musicale. La presenza scenica, il grado di immersione interpretativa, la potenza e la straordinarietà vocale della cantante, sono ciò che rende questo film il contenitore emozionale e passionale che è. Uno dei grandi punti di forza della musica pop è quello di essere esplicita, capace di arrivare a chiunque, dappertutto e di spiegare in maniera semplice e orecchiabile i sentimenti e le emozioni che viviamo e di cui siamo fatti. Ed è esattamente questo che fa Lady Gaga: ci sbatte addosso le gioie, i dolori, le amarezze, i tormenti e le euforie che accompagnano tutte le storie d’amore. E i testi delle canzoni – scritte, oltre che interpretate dai due protagonisti, ma c’è anche la mano di Mark Ronson – indugiano su temi e stereotipi che agiscono sulla nostra ricezione primaria, impulsiva ed emotiva. Lasciandoci un po’ spiazzati per tutto il pathos a cui siamo sottoposti. Vedere (e piangere) per credere". (Lorenzo Rossi, Cineforum.it)