Un cinema o forse più.

NOVEMBRE

19 20 21 22 23 24 25 26 27 28
Seguici su Instagram Seguici su Facebook

da Venerdì 4 Ottobre a Lunedì 7 Ottobre 2013

VIA CASTELLANA BANDIERA

di Emma Dante

VIA CASTELLANA BANDIERA

Un film di
Emma Dante

Con
Con Emma Dante, Alba Rohrwacher, Elena Cotta

Genere
drammatico

Durata
94'

Mar Mer Gio Ven Sab Dom Lun
17.00 - 20.40 - 22.30 21.00 18.00 - 21.00 21.00

VIA CASTELLANA BANDIERA

PRIMA VISIONE


Via Castellana Bandiera è una strada di Palermo stretta tra il mare e la montagna, talmente piccola che due automobili non riescono a passare contemporaneamente. Samira, un'anziana albanese trapiantata nella famiglia palermitana dei Calafiore, con la sua macchina ostruisce il passaggio all'auto con cui si muovono Rosa, palermitana trapiantata a Milano per via delle incomprensioni con il padre, e la compagna milanese Clara, arrivate in città per il matrimonio di un amico. Poiché né Samira né Rosa vogliono arretrare, tra le due automobiliste si scatena una disputa che attira le attenzioni di tutti gli abitanti della via, subito pronti a intervenire con le loro osservazioni. A far da intermediatore ci prova senza troppo successo il giovane Nicolò Calafiore, l'unico di cui Samira si fida, mentre tra gli astanti si aprono le scommesse su chi cederà per prima. Stanca di rimanere sotto al sole in una situazione per lei inconcepibile, Clara chiede a Nicolò di accompagnarla con il suo scooter in un giro per Palermo.

Opera prima di Emma Dante, affermata regista teatrale, Via Castellana Bandiera è tratto dall'omonimo romanzo scritto dalla stessa Dante. Da sempre attenta ad esplorare il tema della famiglia e dell'emarginazione, Emma Dante ha accompagnato il film presentato in Concorso alla Mostra del cinema di Venezia 2013 con le seguenti brevi note di regia: «Via Castellana Bandiera è una strada dove due donne si sfidano. Il blocco di Rosa è mentale e l’ostruzione del quartiere una questione di principio. Chiunque potrebbe passare, superare la barriera ed essere libero ma nessuno lo fa. I legami diventano indissolubili, i patti infrangibili. Da un lato c’è l’entrata nella nassa dove vivono un partito, una società, una famiglia, dall’altro c’è Rosa, il suo amore in bilico e il precipizio in fondo alla via. Cardine è una donna anziana. Samira. Muta. Al di sopra di tutto. Come monolite. Come frangiflutto che si oppone alle correnti. Come geroglifico scalfito nella roccia. La sua tana è l’auto dove si è rifugiata. Per sempre. La vita non ha trama e via Castellana Bandiera è un pezzo di vita».