Un cinema o forse più.

OTTOBRE

31 1 2 3 4 5 6 7 8 9
Seguici su Instagram Seguici su Facebook

da Giovedì 19 Marzo a Venerdì 3 Aprile

IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ

di Mario Martone

IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ

Un film di
Mario Martone

Con
Francesco Di Leva, Massimiliano Gallo, Roberto De Francesco, Adriano Pantaleo, Daniela Ioia

Genere
Drammatico

Durata
115'

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ

#IORESTOACASA I SUGGERIMENTI DEL NUOVO EDEN:

In streaming gratuito sul portale Rai Play

Il capolavoro di Eduardo De Filippo rivisitato da Mario Martone. Don Antonio Barracano, "uomo d'onore" che sa distinguere tra "gente per bene e gente carogna", è "Il Sindaco" del rione Sanità. Con la sua carismatica influenza e l'aiuto dell'amico medico amministra la giustizia secondo suoi personali criteri, al di fuori dello Stato e al di sopra delle parti. Presentato in concorso alla 76. Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

 

Don Antonio non è più un vecchio alla fine del suo viaggio, come in De Filippo, ma un giovane uomo di oggi, di un presente in cui capi e luogotenenti della malavita sono sempre più giovani, e si consumano in fretta, dentro una realtà sempre più caotica, frenetica. Ed ecco che un film in apparenza così semplice, nella sua idea e messinscena (un mese per prepararlo, un mese per girarlo), finisce per racchiudere una complessità esplosiva, portando sullo schermo il grande lavoro fatto dagli interpreti a teatro, l'energia, anche il divertimento, gli sguardi misurati tante volte, le sfumature nei toni e nei gesti. La musica di Ralph P. scandisce i “cambi di scena”. Ma la modernità, anzi la contemporaneità, stava già nel testo di De Filippo, nel suo pessimismo disincantato, nella sua capacità di dire Napoli così com'è, nella convinzione che la speranza stia nelle singole coscienze, nel coraggio di fare la cosa giusta. Un testo su cui Martone costruisce una messinscena incalzante, quasi una coreografia, fatta di poche immagini-senso e cambi di prospettiva che costruiscono la scena, assecondano gli attori, danno un peso alle parole. Immaginando un mondo che sia “meno rotondo e un po' più quadrato”. (Fabrizio Tassi, Cineforum.it)

 

Clicca qui per guardare il film gratuitamente  su Rai Play