Un cinema o forse più.

DICEMBRE

5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
Seguici su Instagram Seguici su Facebook

da Venerdì 8 Ottobre a Mercoledì 13 Ottobre

L'UOMO CHE VENDETTE LA SUA PELLE

di Kaouther Ben Hania

Acquista Biglietto
L'UOMO CHE VENDETTE LA SUA PELLE

Un film di
Kaouther Ben Hania

Con
Monica Bellucci, Koen De Bouw, Husam Chadat

Genere
Drammatico

Durata
93'

Gio Ven Sab Dom Lun Mar Mer
17.00 17.00 - 21.00 18.15 - 21.00 21.00 non programmato 15.00 (4 euro)

L'UOMO CHE VENDETTE LA SUA PELLE

Sam Ali, un giovane siriano emotivo e impulsivo, è fuggito in Libano per allontanarsi dalla guerra siriana. Senza uno status legale, non è in grado però di ottenere un visto per recarsi in Europa, dove vive l'amata Abeer. Mentre vive aprendo cocktail nelle gallerie d'arte di Beirut, incontra Jeffrey Godefroi, un noto artista americano, con il quale conclude uno strano accordo che cambierà per sempre la sua vita. L'artista infatti trasforma il ragazzo in un’opera d’arte tatuandogli un visto Schengen sulla schiena.

 

L’idea del plot è sicuramente venuta alla regista dal lavoro dell’artista belga Wim Delvoye, che realmente fece imprimere una sua opera dal tatuatore Matt Power sulla schiena di Tim Steiner, che venne esposto in gallerie d’arte. Ma nella vicenda del film si deborda genialmente nel surreale, per cui il ragazzo siriano, continua la sua vita come opera d’arte dopo la mostra, viene comprato da un ricco collezionista americano, successivamente battuto a un asta con scene degne di un cinema visionario che denuncia meglio del realismo gli orrori della nostra epoca. Un film che possiede una forza estetica notevole, dai semplici contesti siriani alle atmosfere patinate delle gallerie d’arte occidentali e delle ricche dimore dei collezionisti. Scene significative commentate ad alto volume in sala da arie classiche, sapientemente dosate da Amine Bouhafa che cura la colonna sonora, arricchiscono la narrazione facendoci perdonare qualche piccolo errore nel montaggio. (Marco Marchetti, Ecodelcinema.it)