Un cinema o forse più.

DICEMBRE

5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
Seguici su Instagram Seguici su Facebook

Mercoledì 1 Dicembre

STELLA CADENTE. LA VITA E LA MUSICA DI ANTÓNIO VARIAÇÕES

di João Maia

STELLA CADENTE. LA VITA E LA MUSICA DI ANTÓNIO VARIAÇÕES

Un film di
João Maia

Con
António Variações

Genere
Documentario

Durata
105'

Mer Gio Ven Sab Dom Lun Mar
21.15

STELLA CADENTE. LA VITA E LA MUSICA DI ANTÓNIO VARIAÇÕES

FILM IN PRIMA VISIONE
António Variações è stato un personaggio unico ed un eccentrico artista. Nato in un piccolo villaggio nel nord del Portogallo si trasferisce presto a Lisbona alla ricerca di una libertà sempre agognata. Li realizza il suo sogno di diventare cantautore nonostante non sapesse nulla di musica. Grazie al suo istintivo talento e nel modello di Amalia Rodrigues diventa in pochi anni una delle voci più originali e uniche del panorama nazionale. Il suo amore per la musica e la sua esuberante vitalità lo porteranno a combattere contro il pregiudizio di un paese da poco uscito da una lunga dittatura. Sfortunatamente la sua stella brilla pochi anni prima di spegnersi tragicamente, una carriera breve ma così lampante da aprire il cammino a varie generazioni di artisti che ancora oggi s’ispirano a lui. Questo sentito omaggio alla prima icona gay portoghese è stato in patria uno dei più grandi successi cinematografici degli ultimi anni.

Film in versione originale con con sottotitoli in italiano

Volevo fare un film sul rock portoghese degli anni 80’ e mi sono imbattuto con António Variações che all’epoca non conoscevo così bene. Rimasi impressionato dalla sua musica e dal fatto che avesse inciso il suo primo album già trentasettenne per poi morire solo due anni dopo. Che vita era la sua prima di aver pubblicato questo disco? Si sapeva poco, era nato in un paese vicino a Braga era poi emigrato in Olanda e ritornato infine a Lisbona per cantare nella sua lingua madre. In breve è la storia di un parrucchiere che vuole diventare cantante. Vorrei che il film raggiungesse un grande pubblico e che le persone capissero la grande forza di António. Non era un genio ma uno che sapeva cosa voleva. Era una persona comune con una grande sensibilità e un sogno da realizzare. Voglio che questo film gli sia d’omaggio e faccia lo conoscere non solo al pubblico portoghese ma anche internazionale. (Il regista)